I decoder esterni

Il decoder è una scatoletta elettronica da mettere sopra il televisore (da cui il nome inglese set-top box), solitamente di piccole dimensioni, da collegare al televisore in genere attraverso un cavo Scart (ma ci sono anche altri tipi di connessione, come l'HDMI per gli apparecchi in alta definizione).
Esistono fondamentalmente due famiglie di decoder, gli "zapper" e i "decoder MHP" (o interattivi).
Gli "zapper" sono i decoder più economici in commercio. Sono in grado di ricevere unicamente i canali in chiaro (gratuiti) trasmessi in tecnologia digitale. I "decoder MHP" (o interattivi) sono invece quelli in grado di ricevere, oltre ai canali in chiaro, anche quelli delle tv a pagamento e i servizi interattivi del digitale terrestre e, quelli di ultima generazione con la porta "ethernet", anche i servizi interattivi dal canale di ritorno a larga banda (per es. i programmi andati in onda il giorno prima e nuovi cataloghi di contenuti "a richiesta"). Presentano sul frontale una o due fessure (slot) per l'inserimento delle smart card delle televisioni a pagamento che il telespettatore deciderà eventualmente di sottoscrivere.
La gamma dei decoder MHP è molto ampia. A questa appartengono anche i decoder HD (alta definizione), i più completi presenti sul mercato: ricevono, oltre ai canali gratuiti, a quelli a pagamento e ai servizi interattivi, anche le emittenti in alta definizione trasmesse in digitale terrestre. Attenzione: per vedere queste ultime è necessario però che anche il televisore cui è collegato il decoder HD sia ad alta definizione.

I modelli di decoder presenti sul mercato, a prescindere dalla tipologia, sono davvero numerosi. Per acquistare prodotti veramente affidabili, è opportuno scegliere quelli contraddistinti dal bollino DGTVi.

I bollini per i decoder esterni sono di tre tipi: grigio, blu e gold.



Il bollino Grigio segnala un decoder di tipo "zapper" che consente la ricezione dei canali gratuiti e la presenza di alcune caratteristiche e funzioni molto utili per il telespettatore, come il sistema LCN (dall'acronimo inglese Logical Channel Numbering, numerazione automatica dei canali), la guida elettronica dei programmi (EPG) e la possibilità di aggiornare il software del prodotto direttamente via etere oppure attraverso una porta USB (la stessa usata dai computer).

 

I decoder MHP, o interattivi, sono invece contraddistinti dal bollino di colore blu e da quello di colore gold; questi garantiscono il perfetto funzionamento di tutte le componenti della televisione digitale: contenuti gratuiti, a pagamento ed interattivi. In particolare, i decoder col bollino "gold" sono ad alta definizione (HD), e permettono, come già accennato, di fruire di servizi interattivi innovativi, come ad esempio la possibilità di vedere i programmi televisivi di archivio disponibili tramite la connessione a banda larga.
  


I decoder integrati nella TV

Il decoder, oltre che esterno, può essere anche interno al televisore. Si parla in questo caso di televisore con decoder per il digitale integrato (o televisore integrato o iDTV). Se si è in procinto di acquistare un nuovo televisore, è bene sapere che non serve acquistare il decoder esterno, perché dall'aprile del 2009 in Italia è consentito vendere esclusivamente televisori con il decoder digitale integrato.
Come per i decoder, anche per i televisori integrati esistono diversi tipi di dispositivi. E anche in questo caso DGTVi utilizza il sistema di bollini per orientare l'acquisto in base alle funzioni richieste e garantirne la qualità.
I modelli più semplici di televisore integrato sono quelli in grado di ricevere unicamente l'offerta dei canali in chiaro del digitale terrestre. Non è quindi possibile utilizzarli per vedere i canali delle offerte pay tv, né per accedere ai servizi interattivi, a meno di collegarli a un ulteriore decoder esterno. I televisori contraddistinti dai bollini DGTVi sono però di tipo diverso.


Il bollino Bianco DGTVi contraddistingue infatti un televisore con decoder integrato in grado di ricevere tutti i canali digitali in chiaro, e in più compatibile con le offerte di tv a pagamento in definizione standard (SD). Questi televisori presentano, su un lato o sul retro, un alloggiamento dove va inserito un piccolo modulo da acquistare a parte, chiamato CAM (Modulo di Accesso Condizionato). All'interno della CAM vanno poi inserite le smart card dei vari operatori pay tv.


Il bollino Blu DGTVi indica un televisore con decoder integrato che riceve i canali in chiaro, che è predisposto per l'alloggiamento della CAM in definizione standard per la pay tv, e che integra il software MHP che lo rende compatibile con i servizi interattivi del digitale terrestre.

 
Sono in commercio, infine, televisori che integrano un decoder in alta definizione (HD); quelli contraddistinti con i bollini DGTVi sono di due tipi: il primo, che riporta il bollino DGTVi "silver" (argentato) è in grado di ricevere i canali in chiaro, è predisposto per l'inserimento della CAM in definizione standard o in alta definizione per ricevere la pay tv; nel caso di inserimento di una CAM HD si potranno ricevere anche i canali televisivi in alta definizione. Il secondo tipo, con il bollino DGTVi "gold" (dorato) è, in pratica, il modello top di televisore con decoder integrato, in quanto può ricevere l'intera offerta del digitale terrestre in tutte le sue componenti: canali in chiaro, canali a pagamento anche in alta definizione (sempre utilizzando una CAM SD/HD), e con la possibilità di fruire di servizi interattivi innovativi, come ad esempio vedere programmi televisivi di archivio disponibili tramite la connessione a larga banda (per es. i programmi andati in onda il giorno prima e i cataloghi di contenuti "a richiesta").
   
Per ulteriori dettagli puoi consultare il sito Internet www.dgtvi.it

Istruzioni per l'uso

Per sapere:

  • come si sintonizza il tuo decoder
  • quali sono i decoder ammessi a contributo
  • come si sintonizza il decoder integrato della tua TV

consulta il sito del Ministero dello Sviluppo Economico.